D come Donna

sabato 30 maggio 2015

La prova del cuoco oggi: ricetta “Spaghetto Milano” di Andrea Ribaldone

la prova del cuoco andrea ribaldone

La ricetta del 29 maggio, de “La prova del cuoco“, programma condotto da Antonella Clerici su Raiuno alle ore 12.00, è lo “Spaghetto Milano” dello chef Andrea Ribaldone, presentata anche ad Expo 2015. Questa settimana sarà anche l’ultima del programma prima della pausa estiva, ed è stata vinta dalla cuoca Barbara. Ecco gli ingredienti ed il procedimento per la realizzazione degli spaghetti.

Ingredienti: 400 g di spaghetti, 2 ossibuchi, 30 g di concentrato di pomodoro, 50 g di fondo bruno di ossobuco, 1 carota, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 1 foglia di alloro, 120 g di riso Carnaroli, stimmi di zafferano q.b., 1 l di brodo vegetale, 1 limone, burro q.b., formaggio grana q.b., prezzemolo q.b., olio, extravergine di oliva q.b., sale q.b.

Procedimento: per realizzare il ragù di ossobuco bisogna tagliare sedano, carota e cipolla creando “una piccola brunoise“, come spiegato dallo chef. In seguito, “disporre in una busta per il sottovuoto un ossobuco, l’alloro, un pizzico di sale e un filo d’olio extravergine“. Cucinare per 10 ore a 71 gradi e poi tagliare l’ossobuco per il ragù ed unirlo alle verdure. Mettere insieme anche il concentrato di pomodoro e cucinare tutto per 20 minuti. Per realizzare la crema di riso, come spiega lo chef, “preparare un classico risotto alla milanese tostando il riso; bagnare in seguito con il brodo vegetale, aggiungere gli stimmi di zafferano, cuocere per 20’ e mantecare con il grana e il burro. A questo punto, frullare il riso fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Se serve, aggiungere del brodo e tenerlo da parte perché servirà per mantecare gli spaghetti“. Come creare la gremolada?


Ecco tutti i consigli utili dello chef: “Grattugiare la scorza del limone e tritare il prezzemolo, mettere il tutto in un contenitore e coprire con dell’olio extravergine. Per terminare il piatto cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli e mantecarli con la crema di riso. Disporli nel piatto da portata, adagiarvi sopra il ragù di ossobuco e condire con la gremolada“.

Pensione donne: quali novità? Governo al bivio tra uscita anticipata con penalizzazioni e proroga opzione donna fino al 2018


La questione della pensione delle donne resta senza dubbio uno dei nodi cruciali da sciogliere per quanto riguarda la riforma delle pensioni al vaglio del Governo. Tra le soluzioni in sospeso ci sono la possibilità di pensione anticipata con penalizzazione e la proroga della cd opzione donna. Resta in vigore anche l’introduzione del sistema a quote anche per le lavoratrici.

Attualmente la situazione della pensione delle donne non è di certo rosea: secondo gli ultimi dati le lavoratrici in uscita dal lavoro percepiscono in media un assegno del 30% inferiore rispetto agli uomini. Il CNEL ha infatti rilevato che se i pensionati prendono in media 1500 euro al mese, gli assegni della pensione delle donne si fermano a quota 1000. Anche l’ago della bilancia della disoccupazione pende a svantaggio delle donne.

Pensione anticipata donne con penalizzazione: la proposta
Nelle recenti dichiarazioni sul tema della riforma delle pensioni il premier Renzi ha fatto riferimento alla possibilità di introdurre la pensione anticipata donne a fronte di penalizzazioni sull’assegno Inps. Per andare in pensione a 62 anni le donne dovrebbero subire: una decurtazione del 2% dell’assegno pensionistico per ogni annualità di anticipo, una penalizzazione sui contributi versati fino al 12% o una combinazione di entrambi gli aggravi fino ad una penalizzazione complessiva del 30%.

Opzione donna: possibile proroga fino al 2018
Non è del tutto esclusa però neppure la proroga della cd opzione donna. In questo caso le lavoratrici compenserebbero il passaggio al sistema contributivo con il requisito anagrafico per il prepensionamento a 57 anni e 3 mesi o età contributiva di almeno 35 anni di contributi versati.
Fonte:INVOGGI